Sorry, italian only!   LA LORO MORALE E LA NOSTRA

In tempi di Dichiarazione dei redditi i media sono affollati di spot, segnalazioni e richieste di Associazioni che chiedono l’attribuzione del cinque per mille. Della destinazione finale dei quattrini raccolti spesso non si fa parola, sebbene l’ interrogativo sia più che legittimo.  

No MSurrender anche quest’anno racimolerà qualche soldo, e grazie al cielo il nostro salvadanaio Arancio arriverà a contenere qualche migliaio di Euri.

Non finanzieremo Enti, partite del cuore o anime belle, con quei quattrini. Le sofferenze legate alla sclerosi multipla, in attesa di staminali o CCSVI che finalmente arrivino e funzionino, possono essere lenite attraverso la fede. Molti di noi ce l’hanno, questo dono, e la nostra associazione, per quel poco che può, contribuirà finanziariamente a sostenere i costi di pellegrinaggi.

A Lourdes, per esempio.

29 Responses to “Il nostro 5×1000”

  1. daniela

    ” Mahatma Gandhi:

    Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e l’Inferno.

    Dio condusse il sant’uomo verso due porte.
    Ne aprì una e gli permise di guardare all’interno.

    C’era una grandissima tavola rotonda.

    Al centro della tavola si trovava un grandissimo recipiente
    contenente
    cibo
    dal profumo delizioso.

    Il sant’uomo sentì l’acquolina in bocca.

    Le persone sedute attorno al tavolo erano magre, dall’aspetto
    livido e
    malato.

    Avevano tutti l’aria affamata.

    Avevano dei cucchiai dai manici lunghissimi, attaccati alle loro
    braccia

    Tutti potevano raggiungere il piatto di cibo e raccoglierne un po’,
    ma
    poiché
    il manico del cucchiaio era più lungo del loro braccio non potevano
    accostare
    il cibo alla bocca.

    Il sant’uomo tremò alla vista della loro miseria e delle loro
    sofferenze.

    Dio disse: “Hai appena visto l’Inferno”.

    Dio e l’uomo si diressero verso la seconda porta
    Dio l’aprì.

    La scena che l’uomo vide era identica alla precedente.

    C’era la grande tavola rotonda, il recipiente che gli fece venire
    l’acquolina.

    Le persone intorno alla tavola avevano anch’esse i cucchiai dai
    lunghi
    manici

    Questa volta, però erano ben nutrite, felici e conversavano tra di
    loro
    sorridendo.

    Il sant’uomo disse a Dio:

    Non capisco!

    E’ semplice, – rispose Dio -, essi hanno imparato che il manico
    del
    cucchiaio
    troppo lungo, non consente di nutrire se stessi, ma permette di
    nutrire il
    proprio vicino. Perciò hanno imparato a nutrirsi gli uni con gli
    altri!

    Quelli dell’altra tavola, invece, non pensano che a loro stessi.

    Inferno e Paradiso sono uguali nella struttura. La differenza la
    portiamo
    dentro di noi!

    Mi permetto di aggiungere.

    “Sulla terra c’è abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti, ma
    non per
    soddisfare l’ingordigia di pochi.

    I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle
    false
    fintanto
    che non vengono trasformati in azioni.

    Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.

    Mahatma Gandhi”

    Si stima che il 93% delle persone non inoltrerà questo messaggio.
    Se fai parte del 7% che lo farà, invialo con il titolo: 7%.

  2. Simona

    L’IRONIA NEL SUO MIGLIOR STILE

    2000 persone contraggono l’influenza suina e ci si mette la mascherina…
    25 milioni di persone con AIDS e non ci si mette il preservativo…
    PANDEMIA DI LUCRO
    Che interessi economici si muovono dietro l’influenza suina?

    Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime della malaria
    I notiziari di questo non parlano…

    Nel mondo, ogni anno muoiono due milioni di bambini per diarrea che si potrebbe evitare con un semplice rimedio che costa 25 centesimi..
    I notiziari di questo non parlano…

    Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini economici, provocano la morte di 10 milioni di persone ogni anno.
    I notiziari di questo non parlano…

    Ma quando comparve la famosa influenza dei polli… i notiziari mondiali si inondarono di notizie… un’epidemia e più pericolosa di tutte, una pandemia!
    Non si parlava d’altro, nonostante questa influenza causò la morte di 250 persone in 10 anni… 25 morti l’anno!!

    L’influenza comune, uccide ogni anno mezzo milione di persone nel mondo.
    …Mezzo milione contro 25.
    E quindi perché un così grande scandalo con l’influenza dei polli?

    Perché dietro questi polli c’era un “grande gallo”.
    La casa farmaceutica internazionale Roche con il suo famoso Tamiflu, vendette milioni di dosi ai paesi asiatici.

    Nonostante il vaccino fosse di dubbia efficacia, il governo britannico comprò 14 milioni di dosi a scopo preventivo per la sua popolazione.

    Con questa influenza, Roche e Relenza, ottennero milioni di dollari di lucro.

    Prima con i polli, adesso con i suini:
    e così adesso è iniziata la psicosi dell’inflluenza suina.
    E tutti i notiziari del mondo parlano di questo.

    E allora viene da chiedersi: se dietro l’influenza dei polli c’era un grande gallo, non sarà che dietro l’influenza suina ci sia un “grande porco?”.

    L’impresa nord americana Gilead Sciences ha il brevetto del Tamiflu.

    Il principale azionista di questa impresa è niente meno che un personaggio sinistro, Donald Rumsfeld, segretario della difesa di Gorge Bush, artefice della guerra contro l’Iraq…

    Gli azionisti di Roche e Relenza si stanno fregando le mani…
    …… felici per la nuova vendita milionaria.

    La vera pandemia è il guadagno, gli enormi guadagni di questi mercenari della salute…

    Se l’influenza suina è così terribile come dicono i mezzi di informazione, se la Organizzazione Mondiale della Salute (diretta dalla cinese Margaret Chan) è tanto preoccupata, perché non dichiara un problema di salute pubblica mondiale e autorizza la produzione farmaci generici per combatterla?

  3. Segreteria

    Il governo ha varato un decreto per impedire che a Eluana siano tolte l’alimentazione e l’idratazione forzate. Misura giusta?

    Sì 52.9%
    No 47.1%

  4. Segreteria

    “Le intercettazioni – sentenzia Antonio Di Pietro – sono come il bisturi”. Taglienti ma necessarie, insomma. Potrebbe anche aver ragione, ma a patto di ricordare che il bisturi può anche essere usato come arma offensiva, e trasformarsi così in volgare coltellaccio. Il problema delle intercettazioni, che presto diventerà per l’ennesima volta oggetto di pubblico scannatoio, va in realtà articolato in due diverse domande. La prima chiede se sia opportuno un giro di vite sulle intercettazioni e sulla loro divulgazione a mezzo stampa. La seconda interroga sulla effettiva necessità, a tal fine, di una apposita nuova legge. Sul primo quesito, chiunque ritenga la dfesa della garanzie un valore non può avere dubbi. L’estensione a macchia d’olio delle intercettazioni, l’abitudine a registrare e sbobinare anche discorsi che con l’ipotesi di reato in questione non c’entrano niente e, infine, la pratica comune di passare il tutto alla stampa e alle tv equivalgono a usare il bisturi per vibrare coltellate a destra e a manca. Un intervento su questo fronte, a parere di chi scrive, non è opportuno ma necessario e non differibile. Il secondo quesito è più complesso. Non si tratta infatti di varare nuove leggi, che minaccerebbero peraltro di smussare l’efficacia del “bisturi” intercettazioni anche laddove il suo uso sia effettivamente necessario. Basterebbe rispettare le leggi già esistenti, che, purtroppo solo sulla carta, limiterebbero le intercettazioni ai casi in cui sussitono gravi indizi di reato e alle circostanze in cui dette intercettazioni siano, come recita il Codice, “assolutamente indispensabili ai fini della prosecuzione delle indagini”. E’ il caso tuttavia di segnalare che le succitate norme vengono allegramente ignorate dalla stragrande maggioranza dei magistrati. Un discorso a parte merita l’ipotesi di sanzioni penali per i giornali che pubblicano le conversazioni intercettate. L’idea di mandare in galera i giornalisti per aver fatto il loro lavoro (che è quello di cercare le notizie) è balzana, tanto più se si pensa che nessuna sanzione colpirebbe i magistrati responsabili di aver diffuso illegalmente le intercettazioni. Ma l’ipotesi di comminare multe salate ai giornali che pubblicano intercettazioni ancora coperte dal segreto potrebbe invece rivelarsi utile e sensata. Infine: alzi la mano chi non si è “divertito” a leggere almeno una delle mille e più intercettazioni pubblicate dai giornali in questi ultimi anni. Il successo della sit-com del retroscena politico-affaristico vorrà dire qualcosa?

  5. Presidente

    —– Original Message —–
    From: Gianvito Martino
    To: Mauro M. Fioretti
    Sent: Friday, December 12, 2008 5:13 PM
    Subject: Re: Letterina laica

    Gentile sig. Fioretti
    Abbiamo fatto , facciamo e faremo tutto il possibile e ci stiamo anche attrezzando per ‘impossibile. Non si preoccupi. Speriamo di farcela.
    Un caro augurio di Buon Natale a lei ed a tutti quelli a cui lei vuole bene.
    Gianvito

  6. Mauro

    —– Original Message —–
    From: Mauro M. Fioretti
    To: Gianvito Martino
    Sent: Friday, December 12, 2008 3:06 PM
    Subject: Letterina laica

    Sono sempre io, caro dottor Martino.

    Son bastate due gocce d’acqua ed ecco che son costretto a ricorrere a YAHOO. Si vede che anche il mio server, a quanto pare remittente-recidivante a seconda del tempo, ha bisogno di stem cell per procederere speditamente.
    Ieri l’avevo cercata telefonicamente a Bergamo per farle gli auguri prima dell’affettuoso tsunami in arrivo; in sua assenza, li ho depositati presso la cara Paola (Elisabetta assente giustificata).

    Per piacere, dorror Martino, avvi prima possibile un Centro trapianti stem cell. Fra noialtri, purtroppo, c’è chi ha già preso la strada della Cina; quella autologa di Colonia, Bristol, Dublino, Timbuctu e via dicendo. Pive nel sacco per tutti, al ritorno. Quella per Terni, poi, che pareva certa, certissima, s’è rivelata più probabile che mai. Pazienza, calma e gesso.

    Trascorra Buone Feste, caro dottor Martino: a questi miei Auguri sappia che vanno aggiunti quelli di tanti altri uomini e donne.

    Sinceramente,

    Mauro Fioretti

  7. Marilena

    sembra veramente ben intenzionato e speriamo si esca presto da questo tunnell scivoloso

  8. Gianvito Martino

    Caro Presidente
    Grazie per la cortese lettera, noi stiamo facendo il massimo di quanto possiamo fare. Non solo per i malati di sclerosi multipla ma anche per noi sarebbe importante iniziare al più presto la sperimentazione con cellule staminali del cervello ma la cautela – che contraddistingue l’operato mio e della mia equipe – è d’obbligo soprattutto quando si ha a che fare con la sofferenza delle persone.
    Nel 2003, all’alba delle nostre scoperte, abbiamo detto pubblicamente che nel giro di 5-10 anni saremmo arrivati a sperimentare quanto fatto in laboratorio nell’uomo. Non abbiamo da allora fatto ulteriori proclami o promesse pubbliche ma abbiamo lavorato sodo ed oggi – sono passati solo 5 anni da allora – possiamo dire che il traguardo è vicino, a portata di mano. Iniziare al sperimentazione sull’uomo, come lei ben sa, non vuol però dire che abbiamo trovato la cura ma solo che abbiamo iniziato a percorrere la strada che ci può aiutare a trovarla.
    Noi continuiamo a lavorare con serietà ed impegno, credo che solo così si possano raggiungere i traguardi anche quelli più ostici.
    La ringrazio ancora per apprezzare i nostri sforzi per gli sforzi che la sua associazione fa per rendere i tempi delle sperimentazioni più rapidi.
    Gianvito Martino
    ___________________________________

    Gianvito Martino, MD
    Head, Division of Neuroscience
    San Raffaele Hospital
    Via Olgettina 58, 20132 Milan (Italy)
    Ph. +39 (02) 2643 4853 (secr. 4867 – 4958)
    Fax +39 (02) 2643 4855
    http://www.unisr.it/view.asp?id=4976
    ___________________________________

  9. Presidente

    —– Original Message —–
    From: Fioretti/Pres.
    To: confind. f. marciano
    Sent: Friday, December 05, 2008 1:10 PM
    Subject: Ritardo giustificato

    Dovevo scrivere ieri, è vero.

    Ma non avevo fatto i conti con le statuine natalizie. In un servizio tv ambientato in via S. Gregorio Armeno, a Napoli, famosa in tutto il mondo per essere la patria dei Presepi artigianali, la telecamera ha ripreso una nuova statuina che s’incamminava verso la capanna del Bambinello. Il genio dei napoletani ha dipinto il pastorello con la pelle nera, la maglietta nerazzurra col nome Muntari bene in vista ed una pecorella bianconera trascinata mezza morta. Ma neanche un miracolo riuscirà a salvarla.

    Per i partners di BCC ne riparliamo sett. prox.

    Salutoni, caro Francesco!

    Mauro

  10. Paolo

    ho letto il tuo messaggio di ieri e trovo la tua lettera veramente grande un caloroso saluto da Paolo di Ancona

  11. Presidente

    —– Original Message —–
    From: Fioretti/Pres.
    To: b.campione@sanita.it
    Cc: mc.lani@neurothon.it
    Sent: Wednesday, November 19, 2008 12:17 AM
    Subject: Avvio sperimentazioni trapianto cellule staminali

    Dottor Campione,

    Notizie frammentarie raccolte dicono che a fine corrente mese Codesto ministero darà finalmente luce verde al programma in oggetto richiamato.

    Noialtri malati di sclerosi multipla confidiamo nel lavoro e nei risultati conseguiti dal Professor Angelo Vescovi, che a Terni ha avviato – malgrado un budget ridottissimo – una struttura all’avanguardia per la cura delle malattie neurodegenerative. Questo impegno, questi sforzi non possono né debbono venir vanificati. Ne andrebbe della nostra fiducia in una Sanità troppo spesso alla ribalta delle cronache per disinvolte elargizioni e scandalosi sprechi. Ma a tutto c’è un limite, e noi vogliamo credere che quello delle nostre legittime e fondate speranze non venga valicato.

    I migliori saluti.

    Mauro M. Fioretti
    http://www.nomsurrender.org

  12. Daniela

    Carissimo,
    ho appena inviato il mio indirizzo con richiesta di informazioni al centro in Canada.
    Ti terrò informato.
    Baci baci
    Daniela

  13. Marilena

    ma tu sei matto…. una cura del cazzo per ritrovarti poi con dolori ai
    muscoli e alle ossa, no more capelli, vomito,
    stomaco sotto sopra, bocca arsa, disidratazione a causa di diarrea, rischio di morire e tutti i guai che provocherebbe la chemioterapia, poi per cosa? per una cura del kaiser che manco mi farebbe guarire ma servirebbe solo a ritardare le poussee e non potrei
    camminare lo stesso. Oh ma sei matto sul serio? spenderesti tutti quei soldi per una cosa che poi manco si
    risolverebbe?

  14. Presidente

    M’è appena arrivata

    —– Original Message —–
    From: Paterson, Jennifer
    To: m.fioretti@nomsurrender.org
    Sent: Thursday, October 16, 2008 8:11 PM
    Subject: FW: MS info

    Hello Mauro, we are conducting a clinical trial of bone marrow stem cell transplantation for multiple sclerosis. Details are available here: http://www.mssociety.ca/en/research/meddmmo-bonemarrowstudy-feb05.htm. I wish you all the best.

    Jenn

    Jennifer Paterson, Director, Communications and Public Relations, Ottawa Health Research Institute

    Directrice, Communications et relations publiques, Institut de recherche en santé d’Ottawa

    613-798-5555 x 19691

    jpaterson@ohri.ca

  15. Daniela

    Carissimo Mauro,
    sono venuta a conoscenza del xcell center di colonia dove praticano con successo il trapianto di stami nali per varie patologie compresa la nostra.
    Chiamami stasera o fammi uno squillo o ti chiamo io, ma prima vai sul sito e troverai ogni informazione.
    Io ho già chiamato e inviato il modulo richiesto.
    sito; X-cellcenter
    Se vuoi maggiori delucidazioni c’è una filiale a Roma. tel. 06 48907284
    A voce parleremo meglio.
    Baci
    Daniela

  16. Mauro Fioretti

    —– Original Message —–
    From:
    To:
    Sent: Tuesday, October 14, 2008 6:22 PM
    Subject: Thank you for your Inquiry at Medra.com

    > Thank you for your inquiry, a member of our staff will be contacting you by phone shortly.
    >
    > If you are a current patient and/or need immediate assistance, please contact our office directly at: 310-455-5300 or you can email at: medrainc@medra.com
    >
    > T o help better assist you:
    >
    > (1) Are you seeking this treatment either for yourself, a family member, or a friend?
    >
    > (2) What are the patient’s sex, age, diagnosis and current symptoms?
    >
    > (3) How did you find us? (Internet, Friend, Article, Other).
    >
    > The treatment consists of a transplantation of Human Fetal Stem Cells.
    >
    > The procedure is performed on an out -patient basis, within a private hospital, in the Caribbean.
    >
    > The entire process takes approximately one hour, is not painful and there are no known negative side effects.
    >
    > The Human Fetal Stem Cells you will receive are far more powerful and efficacious than any other known type of stem cell.
    >
    > Patients and their companions usually have a two night stay at a nearby world class resort hotel.
    >
    > The cost of the procedure is $30,000.00 USD.
    >
    > The charge for any follow-up treatment; (If recommended), is $12,500.00 USD.
    >
    > Unfortunately at this time, the medical insurance industry is not covering the cost of Human Fetal Stem Cell transplants. We hope in the future that this will not be the case.
    >
    > If you have not already done so; please email your postal mailing address and telephone number in-order to receive an information packet.
    >
    > It is our hope that with this E-mail, we have been able to address some of your initial questions.
    >
    > Kind regards,
    > Debra Huff-Rader
    > Director of Physician and Patient Relations Medra, Inc.
    > Tel: 310-455-5300
    > Email: medrainc@medra.com

  17. Marilena

    io pero’ mica mi fiderei troppo sara’ anche simpatico quel che dicono ma non
    parlano di nessuna
    malattia degenerativa guarita o migliorata con questo trattamento e poi tutti
    sti soldi? sono disposta
    a pagare ma voglio la certezza di risolvere qualcosa. Dimmi che sono molto
    abile a smontare tutto e
    tutti ma mi fa tanto pensare a quel signore Do Nascimiento della W. Marchi

  18. m@uro

    —– Original Message —–
    From: Dr Jeff Peimer
    To: forevermafi@yahoo.it
    Sent: Tuesday, October 14, 2008 11:00 AM
    Subject: Regenecell

    Dear Mauro

    Thank you for your interest in the Regenecell stem cell therapy program.

    We treat our patients at the International Bio Care Hospital located in Zona Rio, Mexico and also in Mumbai, India.

    Dr Melba Romero and her staff administer the stem cells in Mexico and Dr Hasnain and Professor Altaf Patel administer in India. They offer patients expert care and a comfortable, pain-free experience during this procedure. The treatment takes place over 3 -5 days and involves the administration of up to 100 million umbilical cord stem cells via the intravenous or intrathecal route.

    After receiving treatment, patients are transported back to the local resort hotel and can travel home the following day.
    The treatment package at the Mexican location includes the cost of the stem cell treatment, as well as all ground transportation and hotel accommodation for you and one companion. Accommodation is not included in the Indian package. The cost for intravenous administration is $25 000 and for intrathecal it is $30 000.

    Four types of human umbilical cord cells are used; CD34+, CD 133+, vascular endothelial cells and mesenchymal stem cells. Neuronal stem cells are also used. The type of cell is determined by the nature of the condition being treated and no rejection reactions have been noted as the cells are immune depleted. A dose of 100 million cells is administered.
    Please complete the attached forms and return to me after which you will be contacted by telephone. A brochure is also attached.

    It is important to note that this email does not infer that treatment may be indicated in your case – this can only be confirmed after telephonic consultation with a Regenecell doctor, who may request additional information, such as recent blood tests. In certain cases, you may be requested to visit your personal physician.

    Please call if you have any questions or email sender to arrange a consultation with our doctor.

    Kind regards.

    Jeff

    Dr Jeff Peimer MBChB (UCT)
    Medical Consultant

    Regenecell | Bringing Bioscience to Life
    mobile +27 72 850 5565 | fax 0027 8650 32563 | skype regenecell | email: jeff@regenecell.com | website: http://www.regenecell.com | usa/canada toll free 1-800-655-5844 | uk toll free 0-808-101-0930 | australia toll free 1-800-332-159
    address: studio one | tenth floor | four loop street | cape town | 8001

  19. m@uro

    Mauro M. Fioretti
    http://www.nomsurrender.org

    Dear
    OTTAWA HOSPITAL
    Kind attention Ms. MARGARET
    Venosa, october 12, 2008
    Re:stem celi transplantation

    Dear Sirs,
    I knew that your Hospital is vanguard in the fight against multiple sclerosis, through the transplantation ofbrain stem cells.

    There would be very grateful, and motions me with other Italian men and women who suffer the same pathology, if I could send my medical records (preferably by e-mail).

    Waiting for your kind feedback, I take this opportunity to offer the best greetings.

    Sincerely yours,
    Mauro M.. Fioretti
    2, Giardini — 85029 VENOSA (Pz) — tel. 097231356 E-mail forevermafi@yahoo.it

  20. m@uro

    Le tre costole rotte non m’hanno impedito di rompere a mia volta (non proprio costole, si capisce).
    Ho recuperato un post di qualche settimana addietro, ho stampato la pagina http://www.mssociety.ca/en/research/PT020510.htm e, approfittando del fatto che si trovava a Venosa mia cugina Filomena, living in Toronto, Canada, gliel’ho ficcata nella borsetta ordinandole di spaccare il culo ai passeri canadesi.

    Oggi m’è arrivata una sua email:
    —– Original Message —–
    From: Di Nardo, Filomena (St Cosmas and Damian)
    To: m.fioretti@nomsurrender.org
    Sent: Monday, September 29, 2008 7:25 PM

    Caro Mauro,

    Ho telefonato in Ottawa e hanno bisogno del tuo rapporto medico (tradotto in inglese) per poter sapere se sei idoneo al trapianto. Ho telefonato agli ospedali di Toronto e fanno solo quelli per I tumori. Se vuoi il Fax di Ottawa e’ 613-739-6631 att, to Margaret

    Tel. 613-737-8532.
    Se vuoi mandare il rapporto a me fax 416-493-0063 att. Michael Di Nardo

    Un abbraccio,
    Milena

    ———————————–

    Coraggio, passatemi il prefisso internazionale e diamoci da fare.
    Che bella la casetta piccolina in Canada
    _________________
    Valoroso il pino, che non cambia colore sotto il peso della neve. (Hiroito)

  21. Marilena

    ma questi, Vescovi compreso, non fanno un cazz di particolare; a me sembrano solo chiacchiere e intanto noi aspettiamo, ma che?????????
    Lo sai che mi si e’ bruciata la macchina? ha il radiatore bucato, l’acqua e’ andata via ed io (da scema ma non ho altro
    modo per venire qui) ci ho camminato, mi sa che stasera resto qui insieme alle guardie

  22. Marilena

    pero’ my dear questo Sig. non ci racconta mica di malati di sm che sono guariti grazie alle staminali auto come ti pare, non ne parla nemmeno; lui ha spedito un modulo dove tu (o chi ti pare) deve parlare della sua storia e descrivere le malattie avute, i medicinali che prende o che ha preso, se si e’ allergici e a cosa poi i loro medici studieranno attentamente quel che tu hai fatto sapere e ti chiameranno ma non dice ‘con queste staminali abbiamo gia’ fatto un trapianto a questi malati di sm e sono guariti perfettamente. E poi capo, sinceramente, se avessero trovato qualcosa per guarire dalla ns malattia non credi che una notizia simile avrebbe gia’ fatto il giro del mondo? Dimmi pure che sono troppo razionale e’ la verita’ ma dopo tanti anni e troppe battaglie (non la guerra, c’e’ tempo!!!) combattute e perse sono realista e razionale al massimo

  23. Segreteria

    Questo è il testo, chi vuole il modulo contati info@nomsurrender.org

    Modulo per informazioni medici

    Cognome paziente: ______________________________________________
    Data: __________________________________________________________
    Data di nascita: _ _______________________
    Altezza: ____________ Peso: ________________________

    Malattie per le quali richiede il trattamento:
    1. 2.

    3. 4.

    Per favore scriva in breve la storia della Sua malattia (comprese le date):

    SIntomi:
    Sintomi SI NO Dettagli
    Dolore, Fastidio agli occhi

    Spasmi

    Debolezze

    Perdita di sensibilità

    Perdita di mobilità

    Perdita del linguaggio

    Perdita della comprensione e della scrittura

    Perdita della coordinazione dei muscoli

    Paralisi

    Medicinali che prende al momento – per favore scriva tutti i medicinali che prende al momento
    Medicinale Dose Quante volte al giorno?

    Lei prende i farmaci fluidificanti? SI NO
    Se sì, quali:

    Lei ha delle allergie o reazioni a qualche medicinale? SI NO
    Se sì, quali:

    Per favore scriva tutti gli interventi maggiori ai quali è stato sottoposto e quando:
    Procedura Data

    Per favore scriva tutte le altre malattie sia croniche che non
    Malattia
    Data della diagnosi

    Se Le è stato diagnosticato un tumore maligno o una malattia terminale, per favore dia una breve descrizione:

    Firma Paziente: _______________________________________________________________________

    Cognome del paziente :
    Initiali:
    Indirizzo:
    CAP/ Città/ Paese:
    Telefono:
    E-Mail:

  24. Segreteria

    Da x-cell.it

    Sclerosi multipla (SM)

    La sclerosi multipla è una malattia autoimmune cronica neurologica che attacca il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). Questo processo patologico causa l’infiammazione e il danneggiamento della mielina (il rivestimento delle fibre nervose) e di altre cellule all’interno del sistema nervoso e disturba la trasmissione degli impulsi. Le conseguenze sono, tra l’altro, paralisi e spasmi, disturbi motori (atassia) e visivi, perdita di sensibilità, spossatezza o apatia, fino a gravi depressioni. I disturbi psichici sono, da una parte, una reazione alla gravità della malattia (disperazione) e, dall’altra, la conseguenza diretta dell’infiammazione del sistema nervoso centrale. Nonostante approfondite ricerche, le cause della sclerosi multipla non sono state ancora chiarite.

    Il decorso della malattia è diverso da persona a persona e anche i sintomi possono avere caratteristiche molto differenti. In genere si differenza tuttavia tra un decorso piuttosto recidivante-remittente e uno cronicamente progredente della malattia, ma anche qui esistono forme intermedie. Il decorso cronicamente progredente è piuttosto raro. La SM ha un decorso perlopiù recidivante-remittente di diversa gravità, nel quale si manifestano sintomi che possono scomparire dopo ogni attacco (remissione). Nella maggior parte dei casi, dopo uno o due mesi dall’attacco si registra una remissione completa. Dopo una fase recidiva, che mediamente si manifesta ogni due anni, alcuni dei sintomi possono tuttavia persistere.

    Poiché nella sclerosi multipla il sistema immunitario gioca un ruolo centrale, la malattia viene curata in primo luogo con farmaci immunomodulatori, cioè con farmaci che influiscono sul sistema immunitario (terapia a lungo termine). Ne fanno parte soprattutto i betainterferoni, che nel frattempo possono essere prodotti geneticamente in grande quantità. I singoli sintomi della SM vengono inoltre curati con diverse terapie medicamentose e non medicamentose. Di queste cure fa parte, p. es., l’assunzione di antidepressivi oppure la psicoterapia in caso di depressioni. Durante le fasi infiammatorie della malattia, lo standard riconosciuto è la terapia con cortisone. L’aspettativa di vita dei pazienti colpiti da SM è paragonabile a quella delle persone sane, ma la qualità della vita soggettivamente percepita viene influenzata dai sintomi in parte molto gravi.

    La terapia nell’XCell-Center
    La terapia con cellule staminali autologhe adulte seguita dall’XCell-Center è indicata se altri trattamenti non hanno portato alla riduzione dei sintomi. La terapia con cellule staminali, in molte persone colpite da sclerosi multipla ha portato a un sensibile miglioramento delle funzioni motorie e sensoriali. Nella maggior parte dei pazienti, questo effetto è stato riscontrato dopo circa sette settimane dal trattamento. Non è ancora noto se l’uso di cellule staminali nella fase iniziale può ritardare la progressione della malattia.

    Nella trattamento della SM, nell’XCell-Center le cellule staminali vengono somministrate sia per via intratecale, cioè tramite iniziazione nel liquido attorno al midollo spinale, sia per via intravenosa.

Leave a Reply

  • (will not be published)